Il grande evento del soccorso su pista. Un evento internazionale. Una vetrina importante: 15 Nazioni presenti con oltre 150 delegati; 40.000 soccorritori in tutto il mondo; un bacino di oltre 100 milioni di utenti.
I partecipanti: delegati delle Associazioni di soccorso rappresentanti delle Istituzioni, operatori del mondo turistico, aziende del settore.
Un'occasione unica e irripetibile: da oggi al 2016 in prima fila per creare partnership ed entrare in contatto con numerose realtà nazionali ed internazionali del settore montagna e sanitario.

L'APPUNTAMENTO DEL 2016
Una manifestazione di assoluto rilievo, una vetrina unica nel suo genere per confrontarsi, relazionarsi e programmare nella quale saranno decise le azioni e le scelte e definiti gli obiettivi futuri, in termini di materiali, mezzi e tecniche di soccorso.
Nel corso dell'evento saranno organizzati workshop formativi, incontri istituzionali, iniziative culturali, tavoli tecnici, seminari, dimostrazioni tecniche e momenti conviviali.
Il Congresso si terrà presso il rinomato comprensorio sciistico Pontedilegno - Tonale. Un grande onore non solo per questa famosa località sciistica a metà tra la Lombardia e il Trentino, ma per l'Italia intera che ospiterà per la prima volta questa manifestazione che vedrà coinvolti soccorritori provenienti da diversi Paesi del mondo: Australia, Canada, Cile, Corea del Sud, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Nuova Zelanda, Norvegia, Russia, Stati Uniti d'America, Svezia, Svizzera. In una parola, la FIPS.

La Federazione si riunisce ogni due anni, in prestigiose stazioni sciistiche (Åre, Le Chatel, British Columbia,…), alternando la location tra l’Europa, il continente americano e quello asiatico. Sono invitati i delegati di ogni nazione per il confronto e la diffusione di informazioni sulle nuove tecniche di soccorso sci, soccorso valanghe, ricerca e soccorso, gestione medica delle lesioni da sci, questioni giuridiche riguardanti la sicurezza e lo sci, la gestione del rischio alpino e la prevenzione degli infortuni, nuove innovazioni legate al web e all’informatica.
Negli anni questo appuntamento è divenuto sempre più importante sia in termini numerici per le nazioni rappresentate e i pattugliatori presenti, sia per il notevole interesse suscitato negli addetti ai lavori come media e opinione pubblica.
Le proiezioni di partecipazione alla prossima edizione che si svolgerà in Italia sono di notevole incremento rispetto alle edizioni passate.
Il Congresso prevede una settimana di lavori, tra sessioni in aula con presentazioni e discussioni da parte di esperti e docenti internazionali, ed esercitazioni pratiche sia indoor che sulla neve, allestimenti di scenari e simulazioni con la partecipazione di soccorritori delle varie nazioni. Non mancheranno i momenti ufficiali, così come ci saranno attività informali e momenti di puro divertimento, nel puro spirito di montagna.
La lingua ufficiale del Congresso sarà l’inglese; l’italiano sarà la seconda lingua.

IL TEMA
La manifestazione e gli eventi ad essa correlati verteranno su un tema specifico che farà da trait d’union nei lavori del Congresso e nelle varie attività: “Innovation for ski rescue evolution”, per porre l’accento sulle nuove tecniche nell’ambito del soccorso e della sicurezza sulle piste, un campo in cui stanno diventando sempre più importanti l’innovazione e la tecnologia, per un intervento di soccorso efficace.
I temi proposti dalla Commissione Medica saranno: “Trasporto di infortunato neurologicamente compromesso (lesioni spinali e alla testa, non cosciente)” e “Gestione dello stress in un incidente critico – come sono attrezzate le stazioni?”.

IL SOCCORRITORE SULLE PISTE DI SCI
E’ un operatore tecnico-sanitario, perfettamente preparato ed equipaggiato, in grado di effettuare un soccorso sanitario di secondo livello, in ambienti difficili e critici quali la pista da sci e la montagna. Può essere un volontario e un professionista che si prepara, si forma, si tiene costantemente aggiornato e si addestra, secondo i protocolli della Scuola Nazionale FISPS, dedicando gran parte del proprio tempo e delle proprie energie al soccorso su pista.


CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL PROGRAMMA UFFICIALE